AI intro #2 Cos’è un (chat)bot

Cos’è un bot:

Un chatbot è una tecnologia rivoluzionaria che si basa sul mezzo di comunicazione più antico e raffinato: il linguaggio.

Un bot non è altro che un programma che riesce a fare capire ad una macchina il linguaggio naturale delle persone. Con un bot non c’è più bisogno di navigare un sito, cercare menù, cliccare bottoni…. basta scrivere le nostre richieste o curiosità e lui, o lei, li traduce per la macchina e ci risponde subito.

Uno bot è uno specialista che risponde a domande su servizi e prodotti di aziende, associazioni, servizi pubblici. Un bot ha anche poche pretese: lavora ventiquattr’ore su ventiquattro, festivi inclusi.

Un bot normalmente usa una piattaforma di messaggistica tipo WhatsApp, Facebook Messenger, Telegram. L’uso di queste piattaforme è un’idea brillante perché permette all’azienda di mantenere aperto un canale di comunicazione verso il cliente e poterlo così raggiungere con nuove proposte e offerte; è anche un sistema estremamente efficace per comunicare situazioni di pericolo o possibile rischio.

qualcosa di speciale

I bot possono anche fare qualcosa di molto interessante: raccogliere le informazioni sulle preferenze degli utenti, sui loro bisogni e su come effettuano le loro scelte, così possono aiutare le aziende a progettare prodotti e servizi sempre aggiornati e personalizzati.

Ci sono molti modi di raccogliere informazioni ma i bot lo fanno senza essere invadenti, ad esempio con questionari o domande, ma semplicemente analizzando un grande numero di conversazioni. Qui entra in campo la scienza dei dati che ci aiuta a capire tendenze  e comportamenti. Con queste informazioni le aziende possono aggiornare i loro prodotti e servizi.

Ci sono poi dei settori per i quali i bot sembrano avere una vocazione particolare: l’assistenza ai clienti di un’azienda, accompagnare i visitatori di un museo, aiutare le persone a controllare il  loro stato di salute e assisterle durante una riabilitazione e favorire l’accessibilità ai servizi anche da parte di utenti con abilità fisiche o tecnologiche ridotte.

solo l’inizio

Siamo solo all’inizio della “rivoluzione” dei bot, alcuni dicono che sostituiranno siti web e app, altri che sono solo una moda momentanea….vedremo. La cosa certa è che la forza delle conversazioni  e del linguaggio è uno dei mezzi di cambiamento più potenti e che i chatbot ci possono aiutare ad utilizzarla per interagire e controllare le macchine, e questo è interessante!